Vuoi telefonare a Dio?

Controlla che il prefisso sia giusto.

– Non comporre il numero senza pensarci bene per non fare una telefonata a vuoto.

– Non irritarti quando senti il segnale di «occupato ». Attendi e riprova.

– Sei certo di avere composto il numero giusto?
– Non parlare continuamente tu, ma ascolta che cosa ha da dirti Lui.- Ricorda che una conversazione telefonica con Dio non è un monologo.

– Se la comunicazione si interrompe, verifica se sei stato tu ad aver interrotto il collegamento.

– Non abituarti a chiamare Dio unicamente in casi di emergenza, scegliendo solo il numero di pronto intervento.

– Non telefonare a Dio solo alle ore della « tariffa ridotta », ossia prevalentemente di domenica.

– Anche nei giorni feriali dovrebbe esserti possibile una breve chiamata ad intervalli regolari.

– Ricordati che le telefonate con Dio sono senza scatti.

– Non dimenticarti di richiamare Dio che ti lascia incessantemente messaggi sulla tua segreteria telefonica.

N.B.: Se nonostante l’osservazione di queste norme, la comunicazione risulta difficile, rivolgiti con fiducia allo Spirito Santo:

Egli riattiverà la linea.

Se il tuo apparecchio non funziona per niente, portalo al seminario di riparazione che si chiama anche il sacramento del perdono.

Qualsiasi apparecchio è garantito a vita e sarà rimesso a nuovo da un trattamento gratuito.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.