L’anello

Un alunno presentò al suo professore un problema: “Sono qui, professore, perché sono tanto debole, e non ho la forza per fare niente. Dicono che non servo a nulla, che non faccio bene niente, che sono lento e molto stupido. Come posso migliorare? Che posso fare per valorizzarmi di più?”. Il professore senza guardarlo, disse: …

Continue reading ‘L’anello’ »

Gli alberelli

C’erano una volta, in cima ad una montagna, tre alberelli che sognavano quello che avrebbero fatto da grandi. Il primo guardò le stelle che brillavano come diamanti al disopra di lui. “Io voglio custodire un tesoro, disse. Voglio essere ricoperto d’oro e voglio essere tempestato di pietre preziose. Sarà lo scrigno più bello dei mondo”. …

Continue reading ‘Gli alberelli’ »

La finestra aperta

Era un pò di giorni che il Signore non faceva un giro per il Paradiso….. Una mattina quindi si svegliò deciso a controllare se tutto lassù filava per il verso giusto. Con sua grande sorpresa, vide, in mezzo ad un gruppetto di persone, un tipo che in vita sua non aveva mai concluso niente di …

Continue reading ‘La finestra aperta’ »

Cinque cose che un uomo rimpiange……..

Cinque sono le cose che un uomo rimpiange quando sta per morire. E non sono mai quelle che consideriamo importanti durante la vita. Non saranno i viaggi confinati nelle vetrine delle agenzie che rimpiangeremo, e neanche una macchina nuova, una donna o un uomo da sogno o uno stipendio migliore. No, al momento della morte …

Continue reading ‘Cinque cose che un uomo rimpiange……..’ »

Non è compito mio

Questa è la storia di quattro persone     OGNUNO,   QUALCUNO,  CIASCUNO e NESSUNO. C’era un lavoro importante da fare e OGNUNO era sicuro che  QUALCUNO  lo avrebbe fatto. CIASCUNO avrebbe potuto farlo ma   NESSUNO lo fece mai. QUALCUNO si arrabbiò perché era un lavoro di OGNUNO. OGNUNO pensò che CIASCUNO poteva farlo e NESSUNO …

Continue reading ‘Non è compito mio’ »

O Prevet

So nato quand rint all’autobus e giuvan facevan assittá na vicchiarella o na signora incinta o a n’omm fatt!  E si a signora e copp, int ‘o purton, saglieva cu fatica a rariata, tu le currivi appriess e l’aiutavi; e quand nn’anz ‘a port a salutav, pe ricumpenza t’abbastav un “Grazie! Puozz aunná comm aonna …

Continue reading ‘O Prevet’ »

Invidia

Un giorno il Re arrivando a Castellammare in treno aveva bisogno di un calesse per raggiungere la Reggia di Quisisana. All’uscita della stazione però vi erano due calessi ed entrambi i cocchieri volevano avere l’onore di trasportare il Re. I due, tra cui già non correva buon sangue per motivi di lavoro, cominciarono a discutere …

Continue reading ‘Invidia’ »

San Filippo e la gallina

«In fondo, che male c’è?  Non ho mica ucciso qualcuno!»  è questa la giustificazione che ci diamo, non appena aver ceduto a una delle tentazioni più diffuse e difficili da estirpare, quasi fosse intrinsecamente legata alla natura umana. E che, pur non risparmiando gli uomini, è particolarmente feconda sulle bocche femminili. Di che parlo? Pettegolezzi, …

Continue reading ‘San Filippo e la gallina’ »

La clinica del Signore

Sono stato nella clinica del Signore per farmi dei controlli di routine e ho constatato che ero ammalato:  Quando il Signore mi misurò la pressione, ho visto che avevo la Tenerezza “bassa”. Nel misurarmi la temperatura, il termometro registrò 40º di Ansietà. Mi fece un elettrocardiogramma e la diagnosi fu che avevo bisogno di diversi …

Continue reading ‘La clinica del Signore’ »